La cultura green si riconosce fuori e dentro casa

Oggi molte aziende cercano di avere una cultura green, riducendo in modo significativo l’impatto ambientale. La parola ‘sostenibilità’ ormai è da più di vent’anni che è entrata nel nostro vocabolario quotidiano ed è un valore che si riconosce fuori e dentro casa fin dai primi giorni di scuola.

Non è solo una parola, ma una vera e propria cultura che unisce non solo ecologisti, ambientalisti, ma anche tutte quelle persone attente alla propria salute e in particolar modo a chi pensa alle generazioni future e non vuole danneggiare maggiormente questo meraviglioso mondo.

Il benessere per gli amanti del green non è legato esclusivamente all’ecologia, ma tiene conto di tantissimi altri aspetti. Chi oggi ha un atteggiamento di questo tipo lo si riconosce dalle scelte alimentari, dai mezzi con cui sceglie di spostarsi e perché no anche dalle scelte abitative e di arredo

‘Nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma’, la legge fisica partorita nel XVIII secolo dal fisico Lavoisier è ben chiara e sempre attuale. In questa quarta rivoluzione industriale anche le strutture domestiche stanno evolvendo. La casa in legno è una soluzione sempre più considerata. Si sa, il benessere parte dallo stile di vita che seguiamo ogni giorno, ma non è da sottovalutare anche quelle piccole accortezze che dovrebbero essere attuate anche per l’arredamento d’interni ed esterni.

A volte siamo rapiti dalla bellezza estetica o siamo fissati sul budget, vi siete mai interessati se quel prodotto è stato realizzato con prodotti naturali e con procedure che rispettano l’ambiente? E’ importante sapere l’origine dei prodotti che mangiamo e lo stesso vale anche per l’arredo che portiamo dentro le nostre case.

 

Una casa eco-friendly a partire dalla luce

Contribuiamo a rispettare l’ambiente a partire dalla nostra abitazione. Forse, la casa in Pellet, costruita in Cile da dei studenti dell’Università di Vienna, è l’esempio più bizzarro di costruzione ad alta sostenibilità ambientale. Per una casa eco-friendly, però, bastano anche azioni più semplici e alla portata di tutti. Pochi accorgimenti che, per quanto sembrino piccoli, diventano significativi se considerati a livello globale. L’ideale punto di partenza è orientare la propria casa in una certa maniera, collocando a sud le zone giorno e le camere da letto ad est, in modo da avere molta luce nelle aree in cui si trascorre più tempo. Un’altra azione più facile da attuare è usufruire in casa di sistemi fotovoltaici che sfruttano di fatto ciò che in natura è presente in maniera spontanea. Per una cultura green si inizia quasi sempre facendo piccoli passi: dalla raccolta differenziata fino alla scelta del design della propria casa.

Il legno: materiale naturale più utilizzato nell’arredamento

La nostra vita si riempie ogni giorno di numerose esperienze sensoriali, come l’osservare e il toccare con mano oggetti d’uso comune e non. A volte l’apparenza inganna ed è meglio affidarsi al nostro tatto per riconoscere certe qualità. Se si è indecisi sul materiale con cui arredare casa, qualunque sia la sensazione provata, noi vi consigliamo il legno, purché non sia ricavato da aree protette. Oltre ad essere il materiale più scelto da chi ha sempre un occhio di riguardo alla sostenibilità, è anche quello più resistente. Il legno per quanto riguarda l’arredamento è un protagonista dal carattere nobile e forte, che non per questo viene meno al rendere un ambiente più caldo, confortevole e di design. Sono vari i tipi di legno disponibili anche in base alla funzione per cui deve essere usato: rifiniture, ante, ripiani o strutture. Funzionale e robusto, ma servono delle accortezze per evitare spiacevole sorprese. E’ sconsigliabile utilizzarlo in ambienti esposti all’acqua, all’umidità e vapore. Tuttavia esistono anche prodotti che rispondono a queste esigenze, ma sono creati per l’arredo outdoor. Inoltre, se il legno viene trattato, non bisognerà stupirsi se si noteranno dei rigonfiamenti nel legno in corrispondenza delle stagioni più calde e umide, e al contrario dei restringimenti e crepe durante le stagioni fredde, perché è tutto naturalmente nella norma. I brands d’arredamento più ecologici

Consigli sul colore

Essere fan dell’ecologico sì, ma senza peccare sul gusto. Amare l’ambiente non vuol dire riempirsi di piante dentro casa e colorare le pareti di verde. Anche se è un colore associabile alla natura che trasmette tranquillità, noi ve lo consigliamo in cucina o nelle camerette. L’unica cosa che vi invitiamo a non fare è quello di tenere le pareti bianche nella zona giorno e nelle camere da letto. Un altro ultimo consiglio, questa volta per un bagno dall’effetto naturale: colorate con colori freddi il soffitto della tonalità azzurra e vedrete che risulterà simile al cielo. Il colore non solo crea un ambiente più bello, ma può aiutare ad aumentare la luminosità o al contrario abbassarla, stimolare l’appetito e addirittura contribuisce a migliorare il riposo. Tutto questo colorando delle pareti? Certo, provare per credere. Se non vorrete usare il colore nelle pareti, rimarrà pur sempre la possibilità di divertirsi nella scelta del colore dei mobili.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *