Colorazioni e finiture metalliche nell’arredamento, ecco cosa sapere

L’impiego dei metalli leggeri nelle più recenti collezioni dei grandi protagonisti del mondo del design, così come l’uso delle finiture metalliche che ne simulano l’effetto, denotano come di nuovo forte sia volontà di coniugare la ricerca del design contemporaneo all’uso di materiali come ferro, acciaio, alluminio, lavorati o grezzi.

L’arredamento che si contraddistingue dall’uso di elementi in metallo, che sia questo dipinto o lasciato naturale, trova sempre più spazio sia in virtù dell’aspetto moderno ma anche per la capacità di occupare poco spazio, di certo il metallo ha il merito di dare quel tocco di lusso, originalità e luminosità ad ogni spazio, così come le colorazioni oro, argento, bronzo e l’acciaio o il rame hanno il potere di riuscire ad apportare un’allure intenso, con tonalità che si combinano perfettamente con tutte le altre materiali e colorazioni

Di contro la scelta di impiegare questo tipo di materiali può risultare molto rischiosa; sovraccaricare gli ambienti con troppi elementi, in particolare quelli più scuri, potrebbe essere controproducente e appesantire in modo eccessivo gli spazi, ricercare l’abilità e la sensibilità di un esperto in questo caso potrebbe essere la scelta più giusta da fare per evitare risultati distanti da quelli che avevamo pensato di ottenere.

Per chi invece volesse cimentarsi nella sperimentazione e provare a creare un suo stile personale usando finiture metalliche certamente troverà utile qualche consiglio per prepararsi al meglio alle scelte materiche e estetiche che dovrà affrontare.

Innumerevoli sono le variabili da tenere in considerazione negli arredi che esprimono un gusto che potremmo chiamare “Metal”, gli stili che ne avallano l’impiego sono diversi e variegati e molti sono i fattori da tenere in considerazione: l’accostamento materico e di colore gioca un ruolo di primo piano per l’effetto finale, vediamone qualcuno:

Oro, ottone, bronzo e rame

Arredare con finiture come l’oro, l’argento, il bronzo e il rame può concedere alla tua casa un’atmosfera glamour e sofisticata, nelle case più moderne si potrebbe optare per più pezzi d’arredo realizzati nelle colorazioni di questi metalli. Anche la cucina può essere rivestita in oro o argento e risultare ugualmente funzionale e spettacolare. Il nostro consiglio è giocare sui bagliori filtrati dalle trasparenze del cristallo come ha fatto Knoll con la sua iconico linea Platner.

tavolo_platner_knoll_finitura_metallica_dal_pozzo

L’uso del blu scuro se associato alla colorazione dorata determina un accostamento seducente e di grande effetto, tuttavia potreste prediligere un risultato più distensivo e romantico combinando l’ottone al grigio opaco. Per ottenere un effetto vintage basta solo sostituire l’ottone con il bronzo e abbinarlo ad un colore tenue come il rosa cipria. Il nostro consiglio è sempre quello di abbinare l’oro con il colore tortora..impossibile sbagliare

finiture_metalliche_arredo_dal_pozzo

Lampade, mobili e complementi assumono un fascino elegante e quasi retrò se combinati con il colore rame. Questo tipo di materiale è indicato per quasi tutti i contesti e se abbinato al rosa quarzo conferisce un tocco chic e raffinato. Se voleste ottenere un effetto più industrial sarebbe perfetto affiancarlo a materiali come il ferro o il cemento. Arredare la tua casa in stile industriale?..ecco i segreti

Corten, acciaio spazzolato e foglia oro e argento

Il corten è un acciaio laminato che ha una particolare composizione chimica, questa speciale composizione favorisce la creazione di una patina protettiva sulla superficie, rendendola estremamente resistente alla corrosione da agenti esterni. Grazie alle sue proprietà anti-corrosive, il corten è una tipologia di acciaio particolarmente adatto per impieghi e rivestimenti esterni. Questo tipo di acciaio, considerato a primo impatto un materiale freddo e più adatto ad ambienti industriali, risulta molto apprezzato per l’elegante effetto “ruggine” che tipicamente lo caratterizza. Il colore e l’assorbimento della luce da parte di questo materiale sottolineano l’effetto dello scorrere del tempo e l’apparenza vintage delle superfici. Ecco allora che la tonalità cromatica ossidata del corten offre molte soluzioni estetiche, sia per esterno che per interni.

L’acciaio spazzolato è ottimo se combinato con materiali “comuni” come il vetro o il cristallo, messo poi in contrasto con il legno ne amplifica le caratteristiche estetiche e sensoriali. Il trattamento che riceve denominato spazzolatura coinvolge l’acciaio in un processo produttivo che esalta le caratteristiche decorative del metallo rendendo esteticamente omogenea la superficie. Il processo infatti elimina i difetti e le imperfezioni superficiali dell’acciaio e lo rende idoneo a ricevere i successivi trattamenti.

finitura_metallo_spazzolato_dal_pozzo

Raffinata, elegante e senza tempo, si potrebbe descrivere così la lavorazione in foglia d’oro o d’argento. Questo trattamento è perlopiù associato agli sfarzi degli stili più ricchi e decorativi che spesso venivano usati in passato; in realtà le note glamour con cui questa particolare finitura metallica impreziosisce arredi e complementi semplici la rendono perfetta anche per gli ambienti più moderni, con cui si adattano su scale di gusto di grande impatto e su toni originali e del tutto contemporanei, la madia Picasso di Riflessi è indubbiamente l’esempio migliore..giudicate voi

madia-picasso-finitura-metallica-oro-dal-pozzo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *